La storia del Trentino

Uno sguardo a mille anni di storia trentina.

Dal medioevo, la storia del Trentino è legata a quella del Tirolo. Le valli intorno alla città di Trento appartennero al principato vescovile di Trento, che per otto secoli godette di una autonomia speciale all’interno del Sacro Romano Impero Tedesco. Il conti del Tirolo divennero protettori del principato, la loro crescente influenza sulla politica trentina portò più volte a tensioni con i vescovi.

Nel secolo XV, truppe veneziane invasero parti del Trentino, ma furono fermati nella battaglia di Calliano. Nel secolo XIX, dopo la fine del periodo napoleonico, il Trentino divenne parte della contea austriaca del Tirolo, perdendo la sua autonomia. Anche per questo motivo, i nascenti movimenti irredentisti ebbero un forte sostegno nella popolazione.

La grande guerra portò il fronte sulle Dolomiti. Sanguinose battaglie e la deportazione di migliaia di trentini da parte degli austriaci furono le conseguenze. Con il Trattato di Versailles, il Trentino diventa, insieme all’Alto Adige, parte del regno d’Italia. Dal 1948 gode di un autonomia speciale e dal 1972 è in vigore il secondo statuto che aumenta le competenze dell’autogoverno trentino.

  1. Luigi Negrelli

    Luigi Negrelli

    Ingegnere ferroviario e progettista del Canale di Suez
  2. Cesare Battisti

    Cesare Battisti

    Geografo, politico socialista italo-austriaco e irridentista
  3. Alcide Degasperi

    Alcide Degasperi

    Esponente della DC e protagonista del dopoguerra italiano ed europeo
suggerimenti ed ulteriori informazioni