Immersione subacquea

Grazie ai numerosi specchi d’acqua lacustri, il Trentino offre molteplici possibilità per praticare le immersioni subacquee.

Il Trentino è una regione ricca di laghi e per questa ragione le possibilità per i subacquei sono numerosissime. Indossate la muta, la maschera e le bombole e scoprite il mondo sommerso, gli ecosistemi unici e le specie che vi abitano.

Per quanto riguarda la subacquea, ci sono diversi tipi di immersione, per esempio l’immersione sportiva, detta anche ricreativa, e l’immersione tecnica. Le immersioni ricreative nascono dallo snorkeling e dalla pesca subacquea. Per tanto tempo le immersioni erano limitate al tempo di apnea, ma l’invenzione dell’acqua-lung nel 1943 e la sua successiva commercializzazione diedero il via ad una rivoluzione nel mondo subacqueo. Anche l’equipaggiamento iniziò a essere sempre più pratico.

L’immersione tecnica invece va oltre gli scopi di un’immersione sportiva e richiede anche un addestramento avanzato, grande esperienza ed un’atrezzatura specifica.

In Trentino quasi tutti gli specchi d’acqua vengono visitati da subacquei, alcuni siti però sono più frequentati di altri, sostanzialmente per tre ragioni: la bellezza e la particolarità del fondale, la presenza di infrastrutture ed attrezzature, come anche la raggiungibilità del punto di immersione.

Il lago principe per i subacquei in Trentino è senza dubbio il Lago di Garda, che offre numerosissimi punti di immersione lungo la sua costa. Le due zone preferite sono quella di Porto San Nicolò e la zona di Malerba e Salò. Il fondale di Porto San Nicoló a Riva del Garda è pieno di reperti storici, risalente alla seconda guerra mondiale. Conosciuta in tutto il mondo è anche la statua del Cristo Silente.

Anche altri laghi trentini offrono attrezzature quali sagole (corde che segnano il percorso) o piattaforme per lo svolgimento degli esercizi dei corsi, come per esempio il lago di Levico e il lago di Lases. Per tale motivo vengono spesso frequentati da subacquei brevettati e da club e scuole che offrono dei corsi di immersione.

Di sicuro interesse è anche il lago di Tovel con i suoi alberi pietrificati (fossili), ma molti sono i laghi dov’è possibile immergersi anche per esperienze più tecniche sia in altura che sotto ghiaccio. Altri laghi frequentati dai sub sono sicuramente anche quelli di Lases e Caldonazzo in quanto offrono la possibilità di immergersi senza dover fare molti chilometri come molti laghetti di montagna che sono indicati per immersioni tecniche in altura per le quali è necessario un addestramento specifico.

Numerosa è anche la presenza di scuole, club ed associazioni subacquee in Trentino. Vi sono club storici che operano ormai da decenni, come le Rane Nere, e anche club giovani come lo Scuba Litrox Trento, che stanno dimostrando il fermento e la continua passione per questa disciplina.

Infine un ringraziamento speciale va al Scuba Litrox Club Trento, che ci ha fornito le informazioni sull’immersione in Trentino.

Ulteriori informazioni:
> Scuba Litrox Sub Club Trento
Email: info@scubalitrox.it

> BraidoSub
Email: braidosub@libero.it
Cel: +39 340 7286996

>Willy Shark Divers Trento
E-mail: trento@willishark.com
Cel.: +39 348 3031887

>Gruppo Sommozzatori Riva
E-mail: info@grupposommozzatoririva.it
Tel.: +39 0464 567318

Alloggi consigliati

  1. Hotel Portici
    Hotel

    Hotel Portici

  2. Lago Park Hotel
    Hotel

    Lago Park Hotel

  3. Hotel Al Sorriso
    Hotel

    Hotel Al Sorriso

  4. Hotel Sole
    Hotel

    Hotel Sole

  5. Alpotel Venezia
    Hotel

    Alpotel Venezia

Suggerimenti ed ulteriori informazioni