laghi di strino
laghi di strino

Escursione ai Laghi di Strino

Tra forti di guerra ed ex accampamenti militari, in uno scenario unico e con qualche marmotta che spunta dalle numerose tane, siamo nel vivo di un panorama senza eguali: i Laghi di Strino, vera perla della Val di Sole e di tutta la provincia di Trento.

Premettiamo che questo itinerario prevede l'utilizzo di due automobili, in quanto il punto di arrivo non è il Passo del Tonale, ma il Rifugio al Fontanino presso il Lago di Pian Palù in Val di Pejo (calcolare dunque mezz'ora in più per portare una macchina all'arrivo). In alternativa, per il ritorno dai laghi di Strino è possibile seguire un altro percorso, più semplice e soprattutto circolare, che ci riporta dunque direttamente al punto di partenza (Passo Tonale). Oggi abbiamo optato per la prima variante.

La seggiovia Valbiolo porta dal Passo Tonale all'omonima malga, dove inizia la nostra camminata. Seguiamo il sentiero n°161 che si inerpica sulla dorsale erbosa piuttosto ripida, denominata Alpe del Tonale. Si arriva ad un'ampia insellatura, da dove è possibile vedere un bellissimo panorama su tutto il gruppo della Presanella e sulla Val di Sole. Dalla piccola forcella si scende brevemente verso la conca, dove sono evidenti i resti della cosiddetta ”Città Morta”: sono i resti del grande accampamento militare austriaco della Grande Guerra. Si continua fino ad incontrare la deviazione per i Laghetti di Strino-Bocchetta di Strino (sentiero n. 137).

Dopo una pausa ai laghetti si prosegue sul sentiero n°137 in direzione Bocchetta di Strino (punto più alto dell'escursione) sino ad arrivare al Rifugio Fontanino. Attenzione alla discesa piuttosto ripida e rocciosa, anche se resa piacevole dalla presenza di un piccolo grazioso laghetto alpino e da una vista magnifica sulle cime del Parco Nazionale dello Stelvio, fra cui il Cevedale (3.769 m), il Monte Vioz (3.645 m) e Punta San Matteo (3.678 m).

Variante: Anziché salire dai laghetti verso la Bocchetta di Strino, si ritorna per il sentiero n°137 e 137A in direzione Forte Strino dal quale, attraverso un comodo ed evidente sentiero, dapprima tra un bel lariceto e in seguito tra pascoli verdi, si raggiunge il luogo di partenza effettuando così uno splendido percorso ad anello. Questo itinerario è lungo 16 km, il tempo di percorrenza è di 6 ore. Si supera un dislivello pari a 970 m in salita e 1.305 m in discesa (altitudine massima: 2.600 m).

Autore: Giacomo Roccabruna

difficoltà: difficile itinerario con lago con impianti di risalita
  • Punto di partenza:
    Passo del Tonale, partenza della seggiovia Valbiolo
  • Tempo di percorrenza:
    06:00 h
  • Lunghezza:
    13,4 km
  • Altitudine:
    tra 1.685 e 2.847 m s.l.m.
  • Dislivello:
    +1096 m | -1637 m
  • Itinerario:
    Malga Valbiolo - sentiero 161 - Laghi di Strino - Bocchetta di Strino - Malga Celentino - Rifugio Fontantino
  • Periodo consigliato:
    Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic
  • Scarica la traccia GPX:
    Escursione ai Laghi di Strino

Se desideri intraprendere questa escursione, ti suggeriamo di informarti in anticipo e in loco circa le condizioni meteo e dell’itinerario!

Suggerisci una modifica/correzione

La nostra redazione è sempre impegnata per garantire la massima qualità ed accuratezza delle informazioni che pubblichiamo. Se hai suggerimenti per migliorare questa pagina puoi inviarceli utilizzando il modulo qui sotto. Grazie in anticipo!

Chiudere

Alloggi consigliati

Suggerimenti ed ulteriori informazioni