Hauptbild escursione dolomiti del brenta brenta dolomiten rifugio tosa
Hauptbild escursione dolomiti del brenta brenta dolomiten rifugio tosa

Escursione al Rifugio Pedrotti

Una bellissima escursione porta da Andalo al Rifugio Pedrotti, tra le incantevoli Dolomiti del Brenta.

In estate la montagna regala sempre grandi emozioni. Così, una domenica di fine luglio, decidiamo di intraprendere l'escursione che da Andalo ci porterà al Rifugio Pedrotti, nel cuore delle meravigliose Dolomiti del Brenta. L'escursione è abbastanza lunga e, se non si è allenati, può risultare faticosa.

Arrivati ad Andalo, ci dirigiamo in macchina un po' fuori il paese, fino al parcheggio Val Biole del Parco Naturale Adamello Brenta in cui lasciamo la macchina e dove, messi in spalla gli zaini, ci dirigiamo fino all'altopiano di Pradel (1320 m) (da Molveno è raggiungibile grazie alla funivia). Passando accanto alla stazione della funivia, seguiamo le indicazioni per il sentiero SAT 340 che ci condurrà al Rifugio Croz dell'Altissimo (1430 m s.l.m.). Il primo tratto del sentiero è abbastanza pianeggiante e si addentra nel bosco per divenire poi un percorso scavato nella roccia, che si sviluppa a picco sulla Valle delle Seghe ed offre bellissimi scorci panoramici. La vista sulle Dolomiti del Brenta è senza pari!

Dopo 1h e 30 minuti circa si arriva al Rifugio Croz dell'Altissimo, situato sotto le pareti dell'omonima cima. Continuiamo sempre lungo il sentiero 340 che in questo tratto attraversa la Valle delle Seghe e del Rio Massodi. Dopo circa 30 minuti raggiungiamo il Rifugio Selvata, questo tratto di sentiero non è particolarmente difficile, ma sono presenti dei punti esposti ed è completamente privo di vegetazione. Al Rifugio Selvata facciamo una breve sosta per mangiare e riposarci. Lasciato il rifugio, ci dirigiamo sul sentiero SAT 319 verso la nostra destinazione finale: Rifugio Pedrotti. Il primo tratto è un sentiero a zig-zag che risale un ghiaione, finito il ghiaione il nostro percorso prosegue su dei gradoni rocciosi dove, nelle vicinanze scorrono le rinfrescanti acque del Rio Massodi.

Continuando la risalita, a quota 1986 m, incontriamo la baita Massodi, da cui si vede il Rifugio Pedrotti. Fai attenzione, perché le distanze sono ingannevoli e il rifugio sembra molto più vicino rispetto all'effettiva distanza, infatti ci vorrà circa un'altra ora e 30 minuti per raggiungerlo. Continuando il percorso, arriviamo al laghetto dei Massodi (da lungo tempo privo d'acqua) e il panorama che ci circonda è decisamente suggestivo: la Brenta Bassa e la Brenta Alta, il Campanile Alto e Campanile Basso, la Torre del Brenta.

Dopo un tratto leggermente pianeggiante riprende la salita che ci condurrà prima al Rifugio Tosa (2439 m) e poi al Rifugio Pedrotti (2491 m). Raggiunta la nostra meta mangiamo, ci riposiamo e ci godiamo il meraviglioso panorama montano che si staglia davanti ai nostri occhi. Il ritorno viene fatto sullo stesso percorso dell'andata. Questa escursione è molto bella, non è difficilissima, va solo tenuta in conto la lunghezza.

Al Rifugio Pedrotti è possibile pernottare ed è un ottimo punto di partenza per fare diverse escursioni sul gruppo del Brenta. Si consiglia un abbigliamento da montagna con scarpe adeguate, bastoncini escursionistici e abiti più caldi per la cima.

Autore: EC

Se vuoi intraprendere questa escursione, informati prima sulle attuali condizioni direttamente sul posto!

Punto di partenza: Andalo, parcheggio del Parco Naturale Adamello Brenta
Segnavia: SAT 340, SAT 319
Tempo di percorrenza: 4 - 5 ore
Dislivello: ca. 1.200 m
Altitudine: tra 1.100 e 2.491 m s.l.m.
Escursione intrapresa a: luglio 2011

Suggerisci una modifica/correzione

La nostra redazione è sempre impegnata per garantire la massima qualità ed accuratezza delle informazioni che pubblichiamo. Se hai suggerimenti per migliorare questa pagina puoi inviarceli utilizzando il modulo qui sotto. Grazie in anticipo!

Chiudere

Alloggi consigliati

  1. Hotel Select
    Hotel Select
    Hotel

    Hotel Select

Suggerimenti ed ulteriori informazioni